Sostituzione dei modelli animali per lo studio della biologia dei tumori con un approccio basato sulla microfluidica multifunzionale

Scopo del progetto avviato dal professor J. Greenman della “University of Hull“ é quello di elaborare e ottimizzare un dispositivo a microfluidi per mantenere in vita cellule tumorali umane , da trattare con farmaci e testare con appropriate analisi tecniche. L’apparecchio potrà essere utilizzato sia dalle aziende farmaceutiche per ridurre e sostituire lo screening dei farmaci, sia dai medici come strumento per la personalizzazione delle strategie terapeutiche. Secondo i ricercatori tre saranno i vantaggi nella riuscita del progetto (che terminerà nel 2015): oltre alla già citata possibilità di diagnosi e terapie personalizzate, la sostituzione della sperimentazione e dei modelli animali, che secondo l’autore „only poorly replicate the physiology and metabolism of human beings“ e sono „of limited proven value“, e benefici a livello socio-economico, derivanti dal bisogno crescente di fornitori di biotecnologie.

[Professor John Greenman, University of Hull. Replacement of animal models for tumour biology with a multifunctional microfluidic-based approach] http://www.nc3rs.org.uk/researchportfolio/showcatportfolio.asp?id=285

[S.P.] 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...